Archivi tag: valentina nesi

Orgoglio e Pregiudizio: la profanazione di valori sacri

x_1030a362d6c8cdb1d1b9f913c9dd17e45741cbac

Il bicentenario della pubblicazione di Orgoglio e Pregiudizio di Jean Austen, fra i maggiori capolavori della letteratura mondiale, offre lo spunto per affrontare una delle tematiche più a lungo trattate dai critici e dagli amanti di questo romanzo: la natura e le implicazioni, anche sociali, della relazione amorosa tra Elizabeth Bennet e Mr. Darcy.

Chiunque abbia letto il romanzo resta sin da subito catturato dalle descrizioni dettagliate che Austen offre: di come il sentimento emerga gradualmente con lo scorrere delle pagine e di come Mr. Darcy, nonostante la sua ragguardevole condizione economico-sociale  – ben al di sopra di quella della famiglia Bennet! – riesca a profanare le convenzioni tipiche del suo ceto. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Recente passato

Politica e cultura: uno sguardo d’insieme alla situazione italiana

Spesso si e’ sentito discutere di come i giovani d’ oggi non siano culturalmente ferrati, di quanto l’ istruzione scolastica sia in continuo decadimento e di come si punti ad ” investire” fondi adibiti appositamente per l’ istruzione piu’ per mantenere i privilegi di quella casta  che annovera tra le sue fila rettori e docenti universitari che per progetti utili al completamento, nel miglior modo possibile, di un percorso scolastico. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Recente passato

La migrazione nel post-modernismo

Migranti per necessità o semplicemente migranti onirici: la letteratura mondiale è stracolma di autori e protagonisti che a un certo punto della loro vita hanno deciso di abbandonare il proprio luogo d‘origine alla ricerca di nuovi stimoli.  A partire da James Joyce il quale decise di lasciare Dublino perché ormai città in totale decadenza morale, civile e religiosa trasferendosi a Trieste, molto più stimolante culturalmente e disquisendo di questo tema in una delle sue opere più rappresentative:  Gente di Dublino.  Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Recente passato

Dalai Lama a Scanzano Jonico: la questione del Tibet libero

Nonostante l’enfasi a tratti smisurata e critiche alle volte illegittime, sarebbe ingiusto affermare che la visita del Dalai Lama a Scanzano Jonico sia stata priva di portata.

Se ciò fosse accaduto solo pochi anni fa, probabilmente, l’evento sarebbe passato in sordina. “ L’ennesimo leader religioso in un Paese già ampiamente condizionato dalla religione”, “Dopo il Vaticano, un nuovo Stato basato sulla teocrazia” e altri commenti simili avrebbero coinvolto o stizzito persino i meno avvezzi alle polemiche. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Recente passato