Archivi tag: laterzapagina.org

La sintassi creativa: il linguaggio umano e la comunicazione delle specie animali

il_570xN.177896559Il linguaggio verbale umano è espressione creativa. Lo sostengono i teorici della grammatica generativa, il settore della linguistica inaugurato intorno alla metà del secolo scorso dal filosofo statunitense Noam Chomsky.

Nel periodo precedente alla nascita della disciplina la conoscenza del linguaggio presentava tratti ambigui e misteriosi. Si ipotizzava che esso avesse raggiunto l’attuale livello tra i 150.000 e i 70.000 anni fa, benché le ragioni del suo sviluppo non fossero chiare. Alcuni ne ipotizzavano il valore adattivo: la capacità linguistica si è evoluta per permettere agli esseri umani di comunicare; ma secondo altri, come Stephen Gould e lo stesso Chomsky, il linguaggio non è altro che “l’effetto collaterale” del processo di selezione di altre abilità. Di supporto empirico a queste ipotesi neanche l’ombra. Ecco perché, già nel 1866 la Société Linguistique de Paris decise di non accettare più le continue comunicazioni sull’origine del linguaggio. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Recente passato

Orgoglio e Pregiudizio: la profanazione di valori sacri

x_1030a362d6c8cdb1d1b9f913c9dd17e45741cbac

Il bicentenario della pubblicazione di Orgoglio e Pregiudizio di Jean Austen, fra i maggiori capolavori della letteratura mondiale, offre lo spunto per affrontare una delle tematiche più a lungo trattate dai critici e dagli amanti di questo romanzo: la natura e le implicazioni, anche sociali, della relazione amorosa tra Elizabeth Bennet e Mr. Darcy.

Chiunque abbia letto il romanzo resta sin da subito catturato dalle descrizioni dettagliate che Austen offre: di come il sentimento emerga gradualmente con lo scorrere delle pagine e di come Mr. Darcy, nonostante la sua ragguardevole condizione economico-sociale  – ben al di sopra di quella della famiglia Bennet! – riesca a profanare le convenzioni tipiche del suo ceto. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Recente passato

La sacralità del Metallo

Rispondete senza pensarci troppo: che genere di melodia potrebbe accompagnare questo testo? “In Him we must believe, He is the only way”, oppure “His Son we must receive, tomorrow’s too late, accept Him today”. O ancora (e adesso vi aiuto non poco), “In God we trust, in Him we must believe!”.

State (quasi) tutti pensando a un giro di Do+, vero?

Strimpellato malamente, per mezzo di una chitarra scordata, da un gruppetto di allegri ciellini che ne masticano d’inglese?

Lo avrei pensato anch’io, ma la risposta è sbagliata, le “apparenze” ingannano e il testo non fa..il monaco. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Recente passato

Natura o cultura?

Essere donna oggi. Questione di natura o cultura?

La francese Simone de Beauvoir, fra le maggiori pensatrici del XX secolo, non aveva dubbi e, quando nel 1949 pubblicò Le deuxième sexe, prese una chiara posizione a favore delle influenze ambientali.

«Donne non si nasce, lo si diventa – scrisse – Nessun destino biologico, psichico, economico definisce l’aspetto che riveste in seno alla società la femmina dell’uomo; è l’insieme della storia e della civiltà a elaborare quel prodotto intermedio tra il maschio e il castrato che chiamiamo donna.»

E, sulla femminilità come costruzione culturale, de Beauvoir non fu la sola a disquisire. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Recente passato

Joeventuri: progetti e visioni

In occasione della riapertura invernale del Kindergarten (http://www.derkindergarten.it/) incontriamo Joventuri (http://www.joeventuri.com/), giovane e promettente designer bolognese che, ispirandosi al celebre Arancia Meccanica, ha inscenato il Korova Milk Bar, luogo dove i drughi amavano sorseggiare il loro lattepiù.

In sottofondo, la splendida colonna sonora del film e sui monitor, alle pareti, le scene in loop.

Buona visione.

 

Massimo Biondi
 
 

Lascia un commento

Archiviato in Recente passato

La filosofia spicca il Volo

Prenderà il via il prossimo 18 settembre, l’edizione 2012 del Festival della Filosofia, punto d’incontro tra il pubblico e i grandi pensatori contemporanei, che quest’anno approfondirà il tema delle cose.

Per l’occasione, sono sono state organizzate lezioni magistrali, mostre d’arte, concerti, iniziative gastronomiche e per i più piccoli che, in oltre duecento eventi, animeranno i centri storici di Modena, Carpi e Sassuolo, con l’intento dichiarato di riconfermare – se non di migliorare – le oltre 176mila presenze registrate lo scorso anno. E tuttavia, sembra che quest’anno, per raggiungere questo ambizioso obiettivo, gli organizzatori non abbiano puntato sul pensiero e sulla cultura. Al contrario, l’edizione 2012 del Festival presenta un evidente segnale di rottura rispetto alle edizioni precedenti. È prevista, infatti, la presenza di tre Vip dello starsystem: l’autore e showman Fabio Volo e il duo comico I Soliti Idioti. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Recente passato

Politica e cultura: uno sguardo d’insieme alla situazione italiana

Spesso si e’ sentito discutere di come i giovani d’ oggi non siano culturalmente ferrati, di quanto l’ istruzione scolastica sia in continuo decadimento e di come si punti ad ” investire” fondi adibiti appositamente per l’ istruzione piu’ per mantenere i privilegi di quella casta  che annovera tra le sue fila rettori e docenti universitari che per progetti utili al completamento, nel miglior modo possibile, di un percorso scolastico. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Recente passato

La migrazione nel post-modernismo

Migranti per necessità o semplicemente migranti onirici: la letteratura mondiale è stracolma di autori e protagonisti che a un certo punto della loro vita hanno deciso di abbandonare il proprio luogo d‘origine alla ricerca di nuovi stimoli.  A partire da James Joyce il quale decise di lasciare Dublino perché ormai città in totale decadenza morale, civile e religiosa trasferendosi a Trieste, molto più stimolante culturalmente e disquisendo di questo tema in una delle sue opere più rappresentative:  Gente di Dublino.  Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Recente passato

Vita on the road di un giovane autore

Image

Uno dei miei desideri era di avere l’occasione di occuparmi, in questo mio spazio, di giovani autori al loro esordio e l’argomento di questo mese me ne ha dato una piacevole occasione. Si perché oltre ad essere un autore esordiente, il nostro personaggio ha sperimentato la vita completamente “on the road” dal 2005 fino a pochi mesi fa (e non è detto che sia deciso a fermarsi). Continua a leggere

4 commenti

Archiviato in Recente passato

Schiavi dell’istinto di sopravvivenza: l’Ilva di Taranto

Quando lo scorso 26 luglio i sei reparti dell’area a caldo dello stabilimento tarantino dell’Ilva sono stati posti sotto sequestro dalla magistratura, si è mosso immediatamente  un boato di proteste. La statale 7 Appia per Bari e la Statale 106 per Reggio Calabria sono state occupate e interrotte; la città è stata ridotta alla paralisi. Diversi lavoratori hanno occupato la sede del Municipio di Taranto e, per il prossimo giovedì 2 agosto, alla vigilia della convocazione del Tribunale del Riesame sul ricorso dell’Ilva, è stato già annunciato uno sciopero di ventiquattro ore.

I dipendenti dell’acciaieria tarantina difendono con rabbia e disperazione il proprio posto di lavoro che, in molti casi, rappresenta la sola via d’uscita dalla disoccupazione, all’interno di un territorio scarsamente industrializzato.  Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Recente passato